IL LIBRO DEL RISVEGLIO
ovvero detti intuizioni poemi
che indicano la vera sorgente della vita

CAPITOLO 11

 

Getta via


Chiunque può comprendere in parte ciò di cui stiamo parlando, ma se è compreso si trasforma in una trappola. Capire e non capire appartengono entrambi allo schema dell'ignoranza, un semplice processo mentale. Non è un prodotto dello studio, è il tuo diritto di nascita. Non puoi studiare per essere ciò che sei. Non devi capire niente per respirare.

Entrambe le idee, fare qualcosa e non fare niente, sono impedimenti. Gettali via! Non è difficile, è la tua natura.

Se non stai facendo niente e getti via l'idea di non stare facendo niente, dove ti ritrovi?

"Voglio fare qualcosa" è una trappola. "Non voglio fare niente" è un'altra trappola. Si tratta soltanto della tua immaginazione.

Qualunque pratica stiate seguendo, continuate finche’ non è la pratica a lasciarvi.

La mente è desiderio, perciò getta via il desiderio. Getta via il desiderio del samsara. Getta via il desiderio di altri mondi, dei paradisi. Gettalo via. Getta via il creatore dei cieli e del samsara. Getta via anche lui. Dopo di che, getta via la rinuncia. Rifiuta tutto, poi getta via il rifiuto. Allora c'è libertà.

Tutto ciò che fai mira a gettare via il desiderio. Studi, e tutti gli studenti finiscono col rifiutare l'istituzione scolastica. Ti laurei e, benché i tuoi professori siano ottime persone, non hai nessuna voglia di rimanere con loro. Ti sei iscritto solo per rifiutare l'università. Tutto ciò che fai ti suggerisce: "Gettami via". Persino il corpo è contento quando lo getti via. Tutto ciò che fai è ritornare a casa, l'unico luogo sicuro.

Dove non c'è mente non c'è neppure forma...

Poonja


La risposta non fa che uccidere l'illuminazione - la mente poi torna a quella conoscenza statica, e presto rimane intrappolata di nuovo nelle reti delle associazioni.

G. BLuestone


Abbandona i quattro elementi

e non cercare più di coglierli.

Nella pace e nella perfezione assoluti,

mangia e bevi secondo i tuoi desideri.

Tutti i fenomeni sono impermanenti,

tutto è ku...

È proprio questo

il grande e completo satori del Buddha.

Bisogna abbandonare tutto, il corpo, l'ego, la mente.

Tutto questo è esistenza priva di noumeno.

 

Non cercare la verità,

non dare un taglio alle illusioni.

Perché capisco chiaramente

che questi due elementi

sono ku, senza forma.

Il Dio autentico, il vero Buddha esiste nella nostra mente, ma noi lo cerchiamo molto lontano. Cercare sempre crea una grande sofferenza... La vera pace... è assente da questo desiderio, di guadagnare di più, nell'amore... di ottenere il satori.

Yoka Daishi


Ritorno all'indice  

  INDICE

     Premessa
     Introduzione
1 - non c’è niente e nessuno
2 - corpo-mente

3 - pensiero -persona
4 - io sono - coscienza - dio
5 - la creazione del mondo
il mondo delle apparenze

6 - spazio tempo - illusione
7 - ologramma
8 - realtà- specchio
9 - non località
10 - proiezione dell'immagine
11 - getta via
12 - il cercatore - la ricerca
13 - sofferenza - paura
14 - testimone
15 - maestro
16 - pratica
17 - ultimo ostacolo
18 - abbandono
19 - pensiero - libertà -schiavitù
20 - tutto o.k

21 - il sogno
22 - illuminazione
23 - prima della coscienza
24 - non fine non inizio

Bibliografia

E-Mail
sunyata@bluemail.ch

ADHIKARA
CONTEMPORARY

ART GALLERY

FREE MIND


libro del risveglio

Adhikara Art Gallery